Blog

IL TUO J-1 STA PER SCADERE?

Un cambiamento di stato da J-1 ad H-1B puo’ essere un’opzione interessante per chiunque abbia svolto o ancora stia svolgendo un internship e desideri lavorare negli Stati Uniti. Il visto non-immigranti H-1B e’ utilizzato dai datori dstatunitensi per assumere laureati stranieri ed impiegati specializzati. Tale categoria di visto permette di rimanere e lavorare negli Stati Uniti fino a 3 anni, con la possibilita’ di estenderlo fino ad un totale di 6 anni, e soprattutto potrebbe permettere di richiedere la Carta Verde. Per alcuni Paesi e’ previsto l’obbligo di rientrare nel proprio paese di residenza per un periodo di 2 anni prima di poter applicare per qualsiasi altro visto.

N.B.: Lo sapevi che per gli italiani non e’ richiesto di rientrare in Italia al termine del J-1?

REQUISITI PER I RICHIEDENTI: e’ necessario avere un’offerta di lavoro da un datore statunitense e per un ruolo qualificato. Bisogna inoltre soddisfare uno dei seguenti requisiti:

  • Aver ottenuto la laurea o un diploma superiore da un accreditato istituto di educazionene statunitense, nell’ambito della specifica occupazione che andrai a svolgere, o aver completato un equivalente diploma straniero nello stesso ambito;
  • Possedere una licenza di stato illimitata, registrazione o certificazione che dia il permsesso di avere un lavoro nell’ambito dell’occupazione all’interno degli Stati Uniti;
  • Avere l’educazione o esperienza nell’ambito della specifica occupazione equivalente a un diploma, ed essere stati riconosciuti come in possesso di un adegato livello di competenza nella specialita’.

REQUISITI PER LO SPONSOR: Perche’ un lavoro sia eligibile per un visto H1-B, deve soddisfare uno dei seguenti requisiti:

  • Come requisito d’entrata il lavoro deve richiedere una laurea o un diploma superiore o equivalente;
  • Nello stesso settore, deve essere usuale richiedere un diploma per questo lavoro, o il lavoro deve essere sufficientemente complicato o unico che puo’ essere svolto solo da una persona con un diploma;
  • Il datore di lavoro richiede un diploma o equivalenti per svolgere il lavoro;
  • Le mansioni del lavoro sono cosìc complesse e specialistiche che richiedono un livello di conoscenza generalmente associato con una persona che possiede una laurea o un diploma superiore.

N.B.: Ogni anno ci sono sempre piu’ richieste per il visto H-1B. C’è un cap, ovvero un tetto massimo, per quanto concerne il numero di H-1B che USCIS emette ogni anno. Il limite è fissato a 65000, con 20000 posti in piu’ destinati solo a stranieri che hanno conseguito una laurea di secondo livello negli States.

QUANDO APPLICARE? La richiesta va presentata agli inizi di Aprile, e la finestra chiude quando il tetto massimo viene raggiunto.  Se l’USCIS non ha ricevuto abbastanza domande per rilasciare tutti gli 85.000 visti H-1B durante i primi cinque giorni, continuerà ad accettare le domande fino a quando tutti i visti saranno stati assegnati. Se hanno ricevuto abbastanza domande in quel momento, smetteranno di accettare nuove domande dopo cinque giorni e condurranno una “lotteria” casuale tra tutte le petizioni ricevute per decidere quali petizioni saranno elaborate.

Condividi:

Leggi gli altri articoli del blog

ELARGIZIONI FRA CONIUGI E DONAZIONE INDIRETTA

L’istituto della donazione viene sovente utilizzato per attuare spostamenti di ricchezza, specialmente in ambito familiare.
Tuttavia, è necessario valutarne la concreta convenienza anche alla luce della presenza, nella prassi economica, di elargizioni patrimoniali indirette, ossia effettuate non tramite l’atto pubblico notarile – richiesto dalla legge per la donazione – bensì attraverso diverse forme.

GOOGLE ANALYTICS: LA PRONUNCIA DEL GARANTE ITALIANO TRA SOVRANITÀ DEL DATO E NECESSITÀ DELLE IMPRESE

Il Garante per la Protezione dei Dati, con il Provvedimento n. 224 del 9 giugno 2022, si è allineato alle posizioni assunte in precedenza dal Datenschutzbehörde (DSB) e dalla Commission Nationale de l’Informatique et des Libertés (CNIL), dichiarando non conforme alla normativa europea il trasferimento di dati personali verso gli Stati Uniti tramite Google Analytics. L’Autorità ha ammonito una società italiana intimandole di adeguarsi entro novanta giorni dalla decisione.

LA FUSIONE INVERSA E LE MODALITA’ DI ESECUZIONE

La fusione inversa non è stata disciplinata direttamente dal legislatore italiano. Pertanto, le operazioni societarie in cui la controllata provvede ad incorporare la controllante pongono problemi di carattere operativo.

(AGRO) FOTOVOLTAICO: IL LEGISLATORE NAVIGA A VISTA?

Durante il boom del fotovoltaico iniziò a diffondersi la preoccupazione fra decisori e stakeholders riguardo il consumo di suolo agricolo. Questo determinò la risposta del legislatore che decise inizialmente per limitare la possibilità di installazione degli impianti su terreni a destinazione agricola. Oggi, nonostante un virtuoso cammino sulla strada della semplificazione e dell’incentivazione dei sistemi ibridi agricoltura-produzione energetica, sembra che tale progetto normativo abbia subito una brusca frenata.

Contattaci