Blog

Lanciare un Flagship – Legal Advisoring

Attualmente il costo dell’affitto medio di un negozio al piano terra sulla Fifth Avenue, tra la 49esima e la 60esima strada, è di 2.779 dollari per piede quadrato all’anno, secondo la società immobiliare Cushman & Wakefield: cioè quasi 30mila dollari per metro quadrato. Per un negozio con una superficie di 500 metri quadrati, non molto più di un campo da basket, si parla di 15 milioni di euro all’anno.

Store wars. La nuova saga della lotta tra i grandi marchi per attirare nuovi clienti è ormai nel vivo e ha il suo principale campo di battaglia nei negozi delle più celebri strade del lusso, da New York a Milano, passando per Londra e Parigi. Il termine, che evoca il capolavoro cinematografico di George Lucas, è stato coniato dagli strategist della società di consulenza McKinsey con l’obiettivo di mettere a fuoco in maniera suggestiva il modo in cui stanno cambiando le strategie dei marchi del lusso e della moda per attrarre nuova clientela.

L’innesco di questa guerra è stato l’andamento degli affitti delle principali location. Dal 2007 al 2019 si è passati da affitti, nel caso di New York, di 11 mila euro al metro quadrato a più di 30 mila euro al metro quadrato, il traffico, in più, è in declino anche a causa delle vendite online che crescono a doppia cifra. Le conversion sono stabili, ma i prezzi medi dei marchi sono aumentati e avere ritorni crescenti è, proprio per questo, sempre più difficile, visto che la produttività al metro quadro non è aumentata quanto gli affitti.

COME RENDERE UN PUNTO RETAIL UN OCCASIONE DI BUSINESS E NON UN COSTO?

Una soluzione è indubbiamente creare in questi luoghi, non un semplice punto vendita, bensì un luogo iconico, i cui riversare il concept lo stile ed il design del brand.

Il flagship store è una tipologia di punto vendita, un negozio, che attraverso le sue caratteristiche rappresenta un modello che propone il mood e la qualità del servizio al cliente secondo la scelta del marchio.
Spesso viene inaugurato un flagship store per dare una svolta allo stile e al format del marchio attualizzando l’immagine data al pubblico esterno.In due parole, un flagship store.

Nel flagship store l’assortimento delle collezioni è più ampio, come la superficie espositiva. Solitamente questo tipo di negozio serve a rappresentare e introdurre il cliente ad un nuovo posizionamento all’interno dell’area politica-commerciale del marchio.

È inoltre possibile creare sinergie con altri brand, creando poli tematici al fine di rafforzare processi di cross sell tra operatori con un target clienti simile, ma su prodotti diversi, permettendo un customer experience unica.

Il flagship store può essere sviluppato direttamente da un brand, oppure può essere promosso da un concessionario del brand che intende scalare la propria attività.

In questo secondo caso è comunque possibile coinvolgere il brand, visto che dallo sforzo del concessionario ne otterrà un fortissimo ritorno d’immagine.

 

 

Vantaggi:

  • Aumento della clientela
  • Sinergie
  • Cross & Up Selling
  • Fidelizzazione della clientela
  • Comunicazione più efficace
  • Upgrade nel posizionamento sul mercato
  • Diversificazione dell’investimento
  • Riduzione dei costi operativi e ripartizione tra i vari segmenti
  • Rafforzamento della posizione contrattuale
  • Rivalutazione immobiliare

 

***

SAPG Legal ha maturato una significativa esperienza nell’advisoring su tutta l’area legal nei processi di apertura di flagship store sia per piccoli brand che per multinazionali, sia dalla parte del concedente che dalla parte del concessionario.

AREE DI ATTIVITÀ

  • Corporate

Fase 1- Assessment

  • Analisi preliminare: valutazione del miglior veicolo societario per operare sui mercati prescelti, identificando le misure appropriate per minimizzare i rischi e adottare ogni necessaria.
  • Valutazione normativa: ricognizione delle norme nazionali ed internazionali applicabili in Italia sull’industry di riferimento

Fase 2 – Implementazione

  • Costituzione del veicolo societario prescelto: redazione statuto e atto costitutivo, supporto nel rogito presso notaio altamente specializzato.
  • Patti parasociali: assistenza nella negoziazione tra i soci e stesura dei patti parasociali.
  • Processi di governance: ingegnerizzazione dei processi.
  • Business & Product

FASE 3/4 – Set up & On going

  • Supporto nella negoziazione e contrattualizzazione:
    1. Concedenti e concessionari;
    2. Partner commerciali;
    3. Sponsor;
    4. Fornitori;
    5. Banche;
    6. Assicurazioni;
    7. Terze parti;
    8. Operazioni immobiliari propedeutiche alla realizzazione del progetto;
    9. Intermediari.
  • Assistenza contrattuale nell’assunzione di dipendenti e collaboratori.
  • Redazione dei contratti per la commercializzazione dei prodotti.
  • Assistenza continuativa per questioni stragiudiziali.
  • Gestione della compliance normativa: privacy e modelli ex D.lgs 231/01.

 

Avv. Giovanni Alessi

Condividi:

Leggi gli altri articoli del blog

ELARGIZIONI FRA CONIUGI E DONAZIONE INDIRETTA

L’istituto della donazione viene sovente utilizzato per attuare spostamenti di ricchezza, specialmente in ambito familiare.
Tuttavia, è necessario valutarne la concreta convenienza anche alla luce della presenza, nella prassi economica, di elargizioni patrimoniali indirette, ossia effettuate non tramite l’atto pubblico notarile – richiesto dalla legge per la donazione – bensì attraverso diverse forme.

GOOGLE ANALYTICS: LA PRONUNCIA DEL GARANTE ITALIANO TRA SOVRANITÀ DEL DATO E NECESSITÀ DELLE IMPRESE

Il Garante per la Protezione dei Dati, con il Provvedimento n. 224 del 9 giugno 2022, si è allineato alle posizioni assunte in precedenza dal Datenschutzbehörde (DSB) e dalla Commission Nationale de l’Informatique et des Libertés (CNIL), dichiarando non conforme alla normativa europea il trasferimento di dati personali verso gli Stati Uniti tramite Google Analytics. L’Autorità ha ammonito una società italiana intimandole di adeguarsi entro novanta giorni dalla decisione.

LA FUSIONE INVERSA E LE MODALITA’ DI ESECUZIONE

La fusione inversa non è stata disciplinata direttamente dal legislatore italiano. Pertanto, le operazioni societarie in cui la controllata provvede ad incorporare la controllante pongono problemi di carattere operativo.

(AGRO) FOTOVOLTAICO: IL LEGISLATORE NAVIGA A VISTA?

Durante il boom del fotovoltaico iniziò a diffondersi la preoccupazione fra decisori e stakeholders riguardo il consumo di suolo agricolo. Questo determinò la risposta del legislatore che decise inizialmente per limitare la possibilità di installazione degli impianti su terreni a destinazione agricola. Oggi, nonostante un virtuoso cammino sulla strada della semplificazione e dell’incentivazione dei sistemi ibridi agricoltura-produzione energetica, sembra che tale progetto normativo abbia subito una brusca frenata.

Contattaci