Blog

LE ICO: IL CONFINE TRA UTILITY TOKEN E PRODOTTO FINANZIARIO

Le Initial Coin Offering (ICO) posso essere definite come una forma di crowdfunding attraverso cui i promotori di un’iniziativa imprenditoriale raccolgono fondi con l’emissione di token. Si tratta, quindi, di offerte al pubblico realizzate in forma decentralizzata e disintermediata attraverso una blockchain, aventi ad oggetto una particolare rappresentazione digitale.

Il token è in sostanza una registrazione di informazioni, in forma digitale, all’interno della blockchain, che rappresenta una posizione giuridica verso un determinato soggetto ovvero su un bene.

In primis è d’uopo segnalare che una ICO avente ad oggetto l’emissione di utility token, che attribuiscono il diritto di fruire di servizi o ricevere beni, pone problemi circa l’inquadramento degli utility token tra i prodotti finanziari.

Questi ultimi vengono definiti nel TUF come “strumenti finanziari e ogni altra forma di investimento di natura finanziaria”; una definizione generale che lascia un ampio spazio interpretativo. Sul punto, infatti, sia la Cassazione che la Consob si sono espresse più volte confermando che anche la vendita di un bene o di un servizio può essere considerata offerta al pubblico di un prodotto finanziario, qualora la funzione concreta dell’operazione sia quella di far conseguire al compratore un profitto.

Per determinare la natura dell’offerta è necessario individuare la sussistenza in capo al proponente di uno specifico obbligo contrattuale, in forza del quale questi deve garantire al compratore la possibilità di rivendere il bene. Il carattere finanziario dell’operazione deriverebbe, quindi, dalla differenza positiva tra il valore ricavato dalla rivendita del bene ed il capitale impiegato dall’investitore.

Applicando questi criteri alle ICO, anche i token potranno essere considerati prodotti finanziari, se si fa riferimento al momento in cui il promotore si impegna a riacquistarli, o quanto meno a fare in modo che gli stessi possano essere poi negoziati su degli exchange,

In conclusione, e nell’intento di semplificare un tema complesso, si può affermare che per stabilire se si è dinanzi ad un’operazione finanziaria, è necessario analizzare la causa negoziale dell’operazione realizzata, attraverso un’analisi del contenuto del token e della sua dinamica di mercato.

 

A cura dell’Avv. Giovanni Alessi e del Dott. Emiliano Guerreschi

Condividi:

Leggi gli altri articoli del blog

ELARGIZIONI FRA CONIUGI E DONAZIONE INDIRETTA

L’istituto della donazione viene sovente utilizzato per attuare spostamenti di ricchezza, specialmente in ambito familiare.
Tuttavia, è necessario valutarne la concreta convenienza anche alla luce della presenza, nella prassi economica, di elargizioni patrimoniali indirette, ossia effettuate non tramite l’atto pubblico notarile – richiesto dalla legge per la donazione – bensì attraverso diverse forme.

GOOGLE ANALYTICS: LA PRONUNCIA DEL GARANTE ITALIANO TRA SOVRANITÀ DEL DATO E NECESSITÀ DELLE IMPRESE

Il Garante per la Protezione dei Dati, con il Provvedimento n. 224 del 9 giugno 2022, si è allineato alle posizioni assunte in precedenza dal Datenschutzbehörde (DSB) e dalla Commission Nationale de l’Informatique et des Libertés (CNIL), dichiarando non conforme alla normativa europea il trasferimento di dati personali verso gli Stati Uniti tramite Google Analytics. L’Autorità ha ammonito una società italiana intimandole di adeguarsi entro novanta giorni dalla decisione.

LA FUSIONE INVERSA E LE MODALITA’ DI ESECUZIONE

La fusione inversa non è stata disciplinata direttamente dal legislatore italiano. Pertanto, le operazioni societarie in cui la controllata provvede ad incorporare la controllante pongono problemi di carattere operativo.

(AGRO) FOTOVOLTAICO: IL LEGISLATORE NAVIGA A VISTA?

Durante il boom del fotovoltaico iniziò a diffondersi la preoccupazione fra decisori e stakeholders riguardo il consumo di suolo agricolo. Questo determinò la risposta del legislatore che decise inizialmente per limitare la possibilità di installazione degli impianti su terreni a destinazione agricola. Oggi, nonostante un virtuoso cammino sulla strada della semplificazione e dell’incentivazione dei sistemi ibridi agricoltura-produzione energetica, sembra che tale progetto normativo abbia subito una brusca frenata.

Contattaci