Blog

IL TUO IN-HOUSE COUNSEL

Quando la tua azienda continua a crescere, potresti iniziare a chiederti se è il momento di assumere un consulente esterno che gestisca le crescenti questioni legali della tua compagnia. Tra le operazioni straordinarie, i contratti d’impresa, il personale e le questioni fiscali, un avvocato esterno puo’ seguire tutte le pratiche rilevando problemi legali al tuo posto, in modo che tu non reagisca ad un problema dopo il fatto, ma evitare il problema dal principio.

In termini di cosa cercare, e’ necessario trovare un avvocato che abbia esperienza in un’ampia varietà di campi legali. In questo modo, l’avvocato potra’ fornire consigli e individuare problemi in qualsiasi area legale che possa entrare in gioco. I consulenti interni sono storicamente assunti dal dipartimento legale di una società per gestire una serie di questioni legali che riguardano la società. Tuttavia, le cose stanno iniziando a cambiare in quanto le aziende cercano modi alternativi per minimizzare i costi sul fronte legale. Stanche del crescente costo del lavoro di avvocati in-house, la maggior parte delle aziende sta esternalizzando a studi legali questioni giuridiche controverse, guadagnando allo stesso momento un accesso immediato ad un avvocato specializzato autorizzato che conosce tutto sulla tua attività.

Quando aggiungi un consulente esterno al tuo team, stai prendendo una decisione strategica per consentire una crescita e uno sviluppo della tua azienda più agevoli. Gli amministratori delegati scoprono che l’aggiunta di un partner legale con una combinazione unica di conoscenze giuridiche e esperienza commerciale aiuta l’azienda a migliorare l’esecuzione strategica ed evitare rischi e responsabilità inutili.

Come avvocati aziendali, in particolare di aziende di medie e grandi dimensioni, nello studio legale SAPG seguiamo qualsiasi questione legata all’operativita’ interna della tua azienda e del tuo personale. Forniamo consulenze ai nostri clienti e gestiamo le transazioni commerciali, tra cui negoziazione, stesura e revisione di contratti ed altri accordi associati alle attività dell’azienda, come fusioni, acquisizioni, e investimenti. Nello specifico, offriamo assistenza nella redazione di:

  • Contratti di lavoro;
  • Lettere di assunzione e di licenziamento;
  • Lettere di messa in mora;
  • Non-compete agreements;
  • Non-disclosure agreements;
  • Contratti di vendita;
  • Verbali societari.

Studiamo e impariamo la tua attività, accresciamo il tuo business e faremo di tutto per garantirti la tranquillità di essere protetto legalmente. Lascia che gli avvocati italiani dello studio legale SAPG ti aiutino a soddisfare le tue esigenze aziendali.

Condividi:

Leggi gli altri articoli del blog

ELARGIZIONI FRA CONIUGI E DONAZIONE INDIRETTA

L’istituto della donazione viene sovente utilizzato per attuare spostamenti di ricchezza, specialmente in ambito familiare.
Tuttavia, è necessario valutarne la concreta convenienza anche alla luce della presenza, nella prassi economica, di elargizioni patrimoniali indirette, ossia effettuate non tramite l’atto pubblico notarile – richiesto dalla legge per la donazione – bensì attraverso diverse forme.

GOOGLE ANALYTICS: LA PRONUNCIA DEL GARANTE ITALIANO TRA SOVRANITÀ DEL DATO E NECESSITÀ DELLE IMPRESE

Il Garante per la Protezione dei Dati, con il Provvedimento n. 224 del 9 giugno 2022, si è allineato alle posizioni assunte in precedenza dal Datenschutzbehörde (DSB) e dalla Commission Nationale de l’Informatique et des Libertés (CNIL), dichiarando non conforme alla normativa europea il trasferimento di dati personali verso gli Stati Uniti tramite Google Analytics. L’Autorità ha ammonito una società italiana intimandole di adeguarsi entro novanta giorni dalla decisione.

LA FUSIONE INVERSA E LE MODALITA’ DI ESECUZIONE

La fusione inversa non è stata disciplinata direttamente dal legislatore italiano. Pertanto, le operazioni societarie in cui la controllata provvede ad incorporare la controllante pongono problemi di carattere operativo.

(AGRO) FOTOVOLTAICO: IL LEGISLATORE NAVIGA A VISTA?

Durante il boom del fotovoltaico iniziò a diffondersi la preoccupazione fra decisori e stakeholders riguardo il consumo di suolo agricolo. Questo determinò la risposta del legislatore che decise inizialmente per limitare la possibilità di installazione degli impianti su terreni a destinazione agricola. Oggi, nonostante un virtuoso cammino sulla strada della semplificazione e dell’incentivazione dei sistemi ibridi agricoltura-produzione energetica, sembra che tale progetto normativo abbia subito una brusca frenata.

Contattaci