Blog

La Tua Green Card Attraveso L’EB-1

Il visto immigrante EB-1, ribattezzato visto “Einstein”,  permette di ottenere la residenza permamente (‘’Green card’’) senza dovere ottenere prima una certificazione di lavoro (“Labor Certification”) da parte dell’U.S. Department of Labor, saltando cosi’ una delle fasi piu’ lunghe e costose alla quale invece devono sottostare i candidati in altre categorie di green card per gli Stati Uniti. La petizione EB-1 ha tra sotto categorie, EB-1 A per “persone di abilita’ straordinaria”,  dirigenti di aziende internazionali e professori e ricercatori universitari eccezionali. La documentazione a supporto di tale petizione di green card e’ rilevante e in molti casi complessa, ad esempio per la categoria ‘A’, sono richieste molte lettere di referenze da parte di colleghi del settore e le prove documentali che attestano che il richiedente è tra i migliori nel suo campo e ha raggiunto fama a livello nazionale/internazionale. Il visto EB-1 permette al richiedente di emigrare negli Stati Uniti permanentemente con il coniuge ed i figli minori di 21 anni; dopo aver posseduto la Green Card per 5 anni, è anche possibile ottenere la cittadinanza americana. Come menzionato sopra, tale visto e’ riservato a:

Persone di abilita’ straordinaria
Un individuo che abbia ricevuto un

  • Aver ricevuto premi o riconoscimenti per l’eccellenza nel campo;
  • Appartenenza ad associazioni che richiedono un impegno eccezionale nei loro membri;
  • Materiale in pubblicazioni professionali o sui maggiori media riguardante il beneficiario;
  • Partecipazione in qualità di giudice del lavoro degli altri (es: revisione di articoli per una rivista);
  • Contributi originali di grande rilevanza nel settore;
  • Avere un salario o remunerazione più alta dei propri colleghi;
  • Essere autore di articoli accademici nel campo;
  • Esibizione in mostre, fiere o altri eventi di rilevanza nel settore;
  • Avere un ruolo critico/importante all’interno di organizzazioni illustri;
  • Avere un forte successo in vendite del proprio prodotto.

Dirigenti di aziende internazionali
Il programma di élite EB-1 si applica a manager o figure executive da trasferire all’interno di una stessa compagnia, da una sede all’estero a una sede succursale, affiliata o consociata negli Stati Uniti. E’ fondamentale che durante i tre anni precedenti la richiesta di visto, il richiedente abbia lavorato continuativamente per almeno un anno per la compagnia in una sede al di fuori degli USA, e abbia ricoperto mansioni manageriali o direttive.

Professori e ricercatori universitari eccezionali
Il visto EB-1 per i professori universitari richiede la prova di un formale riconoscimento a livello internazionale per risultati eccezionali in un particolare ambito accademico, e almeno 3 anni di esperienza di insegnamento o di ricerca in questo settore accademico. Questa classificazione richiede un un’offerta di lavoro a tempo pieno da parte di una università o altro istituto di istruzione superiore negli Stati Uniti.

Condividi:

Leggi gli altri articoli del blog

ELARGIZIONI FRA CONIUGI E DONAZIONE INDIRETTA

L’istituto della donazione viene sovente utilizzato per attuare spostamenti di ricchezza, specialmente in ambito familiare.
Tuttavia, è necessario valutarne la concreta convenienza anche alla luce della presenza, nella prassi economica, di elargizioni patrimoniali indirette, ossia effettuate non tramite l’atto pubblico notarile – richiesto dalla legge per la donazione – bensì attraverso diverse forme.

GOOGLE ANALYTICS: LA PRONUNCIA DEL GARANTE ITALIANO TRA SOVRANITÀ DEL DATO E NECESSITÀ DELLE IMPRESE

Il Garante per la Protezione dei Dati, con il Provvedimento n. 224 del 9 giugno 2022, si è allineato alle posizioni assunte in precedenza dal Datenschutzbehörde (DSB) e dalla Commission Nationale de l’Informatique et des Libertés (CNIL), dichiarando non conforme alla normativa europea il trasferimento di dati personali verso gli Stati Uniti tramite Google Analytics. L’Autorità ha ammonito una società italiana intimandole di adeguarsi entro novanta giorni dalla decisione.

LA FUSIONE INVERSA E LE MODALITA’ DI ESECUZIONE

La fusione inversa non è stata disciplinata direttamente dal legislatore italiano. Pertanto, le operazioni societarie in cui la controllata provvede ad incorporare la controllante pongono problemi di carattere operativo.

(AGRO) FOTOVOLTAICO: IL LEGISLATORE NAVIGA A VISTA?

Durante il boom del fotovoltaico iniziò a diffondersi la preoccupazione fra decisori e stakeholders riguardo il consumo di suolo agricolo. Questo determinò la risposta del legislatore che decise inizialmente per limitare la possibilità di installazione degli impianti su terreni a destinazione agricola. Oggi, nonostante un virtuoso cammino sulla strada della semplificazione e dell’incentivazione dei sistemi ibridi agricoltura-produzione energetica, sembra che tale progetto normativo abbia subito una brusca frenata.

Contattaci