Blog

Abbiamo Bisogno Di Piu’ O Meno H-1B

Nei quasi 30 anni dalla sua nascita nel 1990, il visto H1B è arrivato con l’amministrazione Trump ad essere sempre piu’ bersagliato e criticato. Il Presidente Trump ha infatti promesso di ridurne l’accesso.

E’ difficile valutare la complessita’ del sistema di visti H-1B negli Stati Uniti. È il più grande programma per visti per i lavoratori ospiti del paese e un canale importante per l’immigrazione altamente qualificata. Permette alle aziende di assumere lavoratori stranieri per lavori specializzati che possono essere difficili da colmare. Ha avvantaggiato enormemente l’industria tecnologica, e altri settori, tra cui l’assistenza sanitaria, la scienza e la finanza, lo hanno anche usato per colmare le lacune nelle loro forze lavoro.

I critici dell’ H-1B sostengono che c’è abbastanza talento negli Stati Uniti senza bisogno di guardare all’estero e senza ridurre i posti di lavoro per i cittadini statunitensi. L’Ufficio Nazionale di Ricerca Economica ha contrariamente scoperto che la riduzione dei visti H-1B non ha aumentato le assunzioni di lavoratori statunitensi tra il 2004 e il 2009. Se i visti sono ridotti, l’economia ne soffrira’. Se tutta l’amministrazione facesse ritirare il programma, non avrà fatto altro che danneggiare il business. Il criterio di selezione non dovrebbe essere il colore della pelle di un individuo, quanto il potenziale di una persona di contribuire all’economia. Portare il meglio che ogni Paese puo’ offrire in ogni settore potrebbe aiutare il mercato locale e di conseguenza tutta l’economia.

Contatta un avvocato italiano dello studio legale SAPG per capire se l’H-1B e’ la tipologia di visto piu’ adatta a te e alle tue esigenze, o per valutare le altre opzioni disponibili (visti E-1, E-2, L-1, O-1, greencard).

Condividi:

Leggi gli altri articoli del blog

ELARGIZIONI FRA CONIUGI E DONAZIONE INDIRETTA

L’istituto della donazione viene sovente utilizzato per attuare spostamenti di ricchezza, specialmente in ambito familiare.
Tuttavia, è necessario valutarne la concreta convenienza anche alla luce della presenza, nella prassi economica, di elargizioni patrimoniali indirette, ossia effettuate non tramite l’atto pubblico notarile – richiesto dalla legge per la donazione – bensì attraverso diverse forme.

GOOGLE ANALYTICS: LA PRONUNCIA DEL GARANTE ITALIANO TRA SOVRANITÀ DEL DATO E NECESSITÀ DELLE IMPRESE

Il Garante per la Protezione dei Dati, con il Provvedimento n. 224 del 9 giugno 2022, si è allineato alle posizioni assunte in precedenza dal Datenschutzbehörde (DSB) e dalla Commission Nationale de l’Informatique et des Libertés (CNIL), dichiarando non conforme alla normativa europea il trasferimento di dati personali verso gli Stati Uniti tramite Google Analytics. L’Autorità ha ammonito una società italiana intimandole di adeguarsi entro novanta giorni dalla decisione.

LA FUSIONE INVERSA E LE MODALITA’ DI ESECUZIONE

La fusione inversa non è stata disciplinata direttamente dal legislatore italiano. Pertanto, le operazioni societarie in cui la controllata provvede ad incorporare la controllante pongono problemi di carattere operativo.

(AGRO) FOTOVOLTAICO: IL LEGISLATORE NAVIGA A VISTA?

Durante il boom del fotovoltaico iniziò a diffondersi la preoccupazione fra decisori e stakeholders riguardo il consumo di suolo agricolo. Questo determinò la risposta del legislatore che decise inizialmente per limitare la possibilità di installazione degli impianti su terreni a destinazione agricola. Oggi, nonostante un virtuoso cammino sulla strada della semplificazione e dell’incentivazione dei sistemi ibridi agricoltura-produzione energetica, sembra che tale progetto normativo abbia subito una brusca frenata.

Contattaci